DENUNCIA IL TUO CASO

Bisogno di aiuto? Segnalaci il tuo caso e ricevi informazioni

Flores Sanchez Gladys Morayma racconta la perdita del compagno Rubbi Cristiano

 

 

La testimonianza dell’incidente stradale: Flores Sanchez Gladys Morayma racconta la perdita del compagno Rubbi Cristiano

Il mio nome è Morayma, vengo dall’Equador e sono 20 anni che sono in Italia. Più o meno due anni fa, a giugno sono due anni,
il mio compagno e io eravamo usciti dal lavoro, avevamo preso la moto che lui aveva
comprato quel giorno.

Mentre stavamo facendo la curva c’è stato questo signore che ha fatto inversione di marcia con il camion e noi ce lo siamo trovato subito dopo la curva.
Io non mi ricordo niente, mi ricordo solo una cosa bianca davanti a me. Anche il più bravo del mondo non sarebbe riuscito a fare niente.

Mi sono svegliata che c’era qualcuno che tagliava i miei vestiti e avevo sentito delle voci che dicevano “portate via lei perché tanto lui non ce la fa”. Mi hanno messo nell’elicottero e sono andata in ospedale.  Il mio compagno non è morto subito perché proprio in quel momento in cui abbiamo fatto l’incidente c’è stato un
dottore che passava che gli ha fatto due buchi ai polmoni e lui è riuscito a respirare. E’ durato nove giorni, è morto dopo nove giorni dall’incidente.

La mia storia è complicata, non ho nessuno in particolare che mi sia stato vicino, non c’era un punto di riferimento. C’era un mio cugino che mi aveva chiamato e mi ha
detto se ti serve qualcuno guarda io conosco una persona di GIESSE, sono veramente bravissimi e hanno gestito delle persone sempre dell’Equador che hanno
fatto altri incidenti e anche loro ne parlano molto bene. Ho chiamato mio cugino e gli ho detto “va bene, senti, me la fai conoscere questa persona?” Lo voglio conoscere”. E quindi
è venuto Paolo che mi ha trasmesso subito fiducia.

Essendo comunque io una donna sola, senza genitori, senza parenti, senza nessuno che riusciva ad aiutarmi in questo periodo che è stato veramente molto difficile, ci sono stati Paolo e la GIESSE. Non è stata una cosa di soldi e di lavoro, è stata più una cosa di umanità. All’inizio era tutto molto umano, per me era la cosa più importante. Però poi arrivando alla praticità di tutto quello che è stato fatto, professionalità proprio non all’1% ma al 1000 %, veramente fantastico, delle persone straordinarie.

All’inizio avrei voluto fare mille cose, volevo uscire la mattina presto a lavorare,  cioè volevo fare cose magari che stando su una sedia rotelle non ce l’avrei mai fatta. La GIESSE mi è stata vicina, nel senso che mi mandavano qualcuno per andare all’ospedale, per fare i giri, per accompagnare i miei figli perché mio figlio piccolo ha avuto degli interventi,  quindi doveva fare dei controlli  Sono stata veramente seguita benissimo.

Ho lasciato i miei figli sistemati qua in Italia stanno con me, ritorno al paese mio e lì ho comprato casa mia ho fatto un piccolo, diciamo, negozio. La cosa per la quale io ritorno là dopo tutta questa esperienza negativa, è che vado a fare volontariato ai bambini.

Giesse ti garantisce:
compenso

COMPENSO SOLO A RISARCIMENTO OTTENUTO

consulenza gratuita

CONSULENZA GRATUITA CON ESPERIENZA VENTENNALE

anticipo zero

NESSUN ANTICIPO
DI SPESA

sedi

PIU’ DI 40 SEDI IN TUTTA ITALIA

esperti

ESPERTI E TECNICI IN OGNI DISCIPLINA

© 2018 G.S.-GESTIONE SINISTRI s.r.l. - Sede legale: Via Vital, 96 - 31015 Conegliano Veneto (TV)
Camera di Commercio di Treviso N. REA 26958 - Capitale Sociale € 60.000 i.v. - P.Iva 03400230268 Libera professione svolta ai sensi della Legge 4/2013

Powered by Studio Cappello | Strategie Di Web Marketing