Incidente stradale mortale a Terni: 6 mesi in abbreviato

Incidente stradale mortale a Terni: 6 mesi in abbreviato

Giesse Risarcimento Danni segue il risarcimento per incidente stradale mortale a Terni. 

La notizia della condanna in abbreviato a 6 mesi di reclusione (pena sospesa) per l’incidente mortale a Terni viene riportata suoi quotidiani “Corriere dell’Umbria” e “Il Messaggero“.

Giesse Risarcimento Danni – gruppo specializzato in risarcimento a seguito di incidenti mortali – assiste la famiglia di Fabrizio Tanchi, il 70enne che perse la vita nell’incidente stradale a Terni.

Morì nello schianto in moto: sei mesi all’automobilista

Condannato un 70enne ritenuto responsabile dell’incidente che costò la vita a Fabrizio Tanchi

Sei mesi di reclusione, pena sospesa, e otto mesi di sospensione della patente. È la pena inflitta dal giudice a G.B., 70enne ternano, nel processo penale per la morte del centauro Fabrizio Tanchi, celebrato ieri con rito abbreviato al tribunale di Terni.

Per ottenere giustizia, i familiari della vittima si sono affidati a Giesse Risarcimento Danni, gruppo con sedi in tutta Italia specializzato nella gestione di incidenti stradali con esiti mortali, che li ha supportati, con propri legali, anche durante le fasi del processo penale.

La tragedia si consumò circa alle sei di mattina del 23 ottobre 2019, quando la Daihatsu Terios condotta da G.B. tamponò un’Alfa Romeo. La Terios, per i danni riportati nell’impatto, rimaneva bloccata poche decine di metri più avanti sulla corsia di sorpasso, in un tratto stradale non illuminato e spesso trafficato.

Pochi istanti dopo giungeva Tanchi in sella della sua Suzuki 650 che tamponava violentemente la Daihatsu ferma in mezzo alla corsia e volava cinquanta metri in avanti. Secondo la consulenza tecnica se G.B. “fosse stato attento e pronto ad intervenire, avrebbe potuto azionare i dispositivi di frenatura per tempo e arrestare l’autovettura prima dell’impatto”.

Articolo del “Corriere dell’Umbria

Centauro morto sul Rato, condannato settantenne

Sei mesi di reclusione, pena sospesa e non menzione, e otto mesi di sospensione della patente. È la condanna inflitta ad un 70enne ternano per la morte del centauro ternano, Fabrizio Tanchi, 53 anni.

Per ottenere giustizia, i familiari della vittima si sono affidati a Giesse risarcimento danni, gruppo specializzato nella gestione di incidenti stradali con esiti mortali, che li ha supportati durante le delicate fasi del processo penale.

L’incidente il 23 ottobre 2019, quando un sessantaquattrenne ternano percorreva il raccordo a bordo della sua Alfa Romeo. Viaggiava ad una velocità molto ridotta, tanto da essere tamponato dalla Daihatsu Terios guidata dal 70enne, ora condannato, che si era accorto troppo tardi della presenza dell’auto davanti a lui.

Poco dopo l’arrivo di Fabrizio Tanchi in sella della sua Suzuki 650 che tamponava violentemente la Daihatsu ferma in mezzo alla corsia. L’uomo morì sul colpo. A difendere il 70enne l’avvocato Attilio Biancifiori.

Articolo de “Il Messaggero

Leggi la notizia anche qui: 

Umbria On

Articoli pubblicati nei quotidiani:
Giesse ti garantisce:
compenso

COMPENSO SOLO A RISARCIMENTO OTTENUTO

consulenza gratuita

CONSULENZA GRATUITA CON 27 ANNI DI ESPERIENZA

anticipo zero

NESSUN ANTICIPO
DI SPESA

sedi

OLTRE 30 SEDI IN TUTTA ITALIA

esperti

ESPERTI E TECNICI IN OGNI DISCIPLINA

Segnalaci il tuo caso

Segnalaci il tuo caso

  • Per poter elaborare la richiesta è necessario spuntare entrambe le caselle Privacy e Dati sensibili

DENUNCIA IL TUO CASO

Bisogno di aiuto? Segnalaci il tuo caso e ricevi informazioni

Segnalaci il tuo caso