Monopattini elettrici, le nuove linee guida 

Il 2020 è stato indubbiamente un anno di rivoluzione per la mobilità cittadina. A partire dal maggio scorso, subito dopo la fine del primo lockdown, il numero di monopattini elettrici presenti nei nostri centri storici cittadini è cresciuto in maniera esponenziale.

La circolazione sempre più massiccia di questi nuovi mezzi di trasporto ha causato non pochi problemi alle amministrazioni comunali che si sono trovate a dover spesso fronteggiare i comportamenti indisciplinati dei nuovi riders.

Ecco perché il MIT (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) assieme all’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) ha stabilito delle linee guida per fare maggiore chiarezza e ridurre la confusione interpretativa riguardo alle norme del Codice della Strada che regolano la circolazione dei monopattini elettrici.

 

Bicicletta elettrica, l’assicurazione è obbligatoria?

I monopattini elettrici come le biciclette

 

Le linee guida fanno riferimento alle recenti modifiche fatte al Codice della Strada e ricordano che i monopattini elettrici sono equiparati alle biciclette. Per questo, come già spiegato nel nostro precedente articolo sull’argomento, chi lo conduce è soggetto al rispetto delle norme di comportamento specificamente contenute nella legge 8/2020, mentre per gli aspetti non regolati si applicano le norme per la circolazione dei velocipedi stabilite dall’art. 182 Cds.

Ricordiamo in particolare che:

  • Non può superare la velocità di 25 km/h sulla carreggiata e di 6 km/h sulle aree pedonali urbane dove ne è consentita la circolazione
  • E’ vietato circolare in due, contromano e transitare sui marciapiedi o dove non è autorizzato il transito delle biciclette
  • È obbligatorio circolare in fila e comunque mai affiancati in numero superiore a due
  • In ore serali, notturne o in condizioni di scarsa visibilità, i conducenti hanno l’obbligo di indossare il giubbotto o le bretelle ad alta visibilità
  • I minori di 18 anni devono indossare il casco, che deve essere idoneo, ma non necessariamente omologato.

 

Parcheggio e sosta dei monopattini

 

Le linee guida danno anche precise disposizioni sul parcheggio e la sosta, sia per quanto riguarda i mezzi privati che i monopattini elettrici in sharing (quelli utilizzati in condivisione a fronte del pagamento dei minuti di utilizzo o di un abbonamento). Questi ultimi al termine del noleggio vanno lasciati nelle apposite aree segnalate e concordate tra il fornitore del servizio e il Comune ospitante. Quelli privati vanno comunque parcheggiati negli appositi spazi già esistenti o che i comuni stanno via via predisponendo.

L’auspicio di queste nuove linee guida è quello di ridurre i comportamenti inadeguati che hanno portato all’aumento degli incidenti e anche un po’ all’esasperazione di vigili urbani, pedoni e commercianti che hanno visto i marciapiedi letteralmente invasi da questi nuovi ed ecologici mezzi di trasporto urbano.

Comportamenti inadeguati che sono stati la causa, nel 2020, di ben 123 incidenti gravi e uno mortale (Fonte “Osservatorio Monopattini” di Asaps). Il rischio di farsi molto male è reale ed elevato. In altri Paesi europei (Francia ad esempio) è stata introdotta l’obbligatorietà di una polizza RC, come per qualunque altro veicolo a motore. In Italia, attualmente, è controverso che ci sia questo obbligo. Tuttavia noi di Giesse consigliamo di stipulare sempre una polizza assicurativa che copra i danni causati a terzi. Questo per evitare, nel malaugurato caso di incidente, di dover rispondere dei danni di tasca propria; con la polizza, infatti, i danni saranno invece coperti da quest’ultima.

 

Sei rimasto coinvolto in un incidente con il monopattino?

Desideri salvare questo articolo in pdf ?
Giesse ti garantisce:
compenso

COMPENSO SOLO A RISARCIMENTO OTTENUTO

consulenza gratuita

CONSULENZA GRATUITA CON ESPERIENZA VENTENNALE

anticipo zero

NESSUN ANTICIPO
DI SPESA

sedi

PIU’ DI 40 SEDI IN TUTTA ITALIA

esperti

ESPERTI E TECNICI IN OGNI DISCIPLINA

DENUNCIA IL TUO CASO

Bisogno di aiuto? Segnalaci il tuo caso e ricevi informazioni